POSAL SESTO 66

ITAL CONTROL METERS VILLASANTA 53

POSAL: Minoggio 10, Fortunati 8, Ceccaglia 13, Clemente 4, Angiolini 2, Cantarin 5, Galli n.e., Capaccioli 10, Maga 8, Vignati, Roselli 8, Nava. All. Signorini

VILLASANTA: Moscatelli, Passoni 14, Saini, Favalessa F. 13, Pagani 10, Barazzetta, Vivian, Carolo 2, El Shaarawi n.e., Grillo 14. All. Silvestri

PROGRESSIONE: 9-17, 28-29, 50-39.

SESTO SAN GIOVANNI – Tutto da costruire! Come previsto parte in salita la stagione da neopromossa del Team 86 che deve subito far fronte a diverse difficoltà. “Esordio incerottato” così lo ha definito coach Silvestri quello giocato sul campo della Posal, causa le pesanti assenze di Massimiliano Mungiovì e Matteo Favalessa. L’Ital Control Meters in realtà parte molto bene, dimostrando nei primi minuti della gara un bel gioco, portando a casa con un buon margine il primo quarto. Le cose si fanno difficili quando gli avversari, in particolare al rientro dagli spogliatoi, alzano il ritmo e mettono a segno diversi canestri importanti, quelli che ai biancoblu invece non entrano. “Purtroppo le assenze, tutte nel reparto degli esterni, ci hanno tolto equilibrio, ma dobbiamo lavorare tanto, soprattutto perché in un campionato come questo dobbiamo essere in grado di affrontare ogni situazione colmando i nostri punti deboli”. Niente paura, si torna in palestra e ci si prepara ad affrontare una stagione del tutto nuova e certamente complessa

Newsletter

Ricevi settimanalmente le notizie del giornale lasciando la tua mail:

Sponsor locali