Per un'educazione equa, questo è lo scopo del progetto dell'associazione Watinoma intitolato “Tutti a scuola”. Il Burkina Faso è ancora oggi uno dei paesi con il più alto indice di analfabetismo, dai dati delle nazioni Unite del 2013, il Paese era al penultimo posto insieme al Niger e prima del Mali. In un accordo con i nuovi obiettivi di sviluppo sostenibile Watinoma si è impegnata per garantire l'istruzione dei bambini e delle bambini e fornire un'eduzione di qualità e un'opportunità di apprendimento per tutti. “L'istruzione deve essere inclusiva e equa – dicono dall'associazione – per poter superare ogni forma di discriminazione e dare più possibilità di accesso alla scuola secondaria”. Questo perchè, secondo le stime, se tutti i bambini dei Paesi a basso reddito fossero in grado di leggere, la povertà nel mondo potrebbe diminuire del 12 per cento. Il progetto si attua con un sostegno a distanza che serve a garantire l'istruzione primaria gratuita per i bambini di famiglie in stato di necessità del villaggio di Koubri. “Spesso i bambini che sosteniamo sono orfani, affidati ai nonni – continuano dall'associazione – non sempre sono adeguatamente seguire, oppure sono piccoli che vivono in condizioni di estrema povertà”. Per questo l'associazione ha attivato questo progetto di sostegno a distanza e lancia un appello ai villasantesi: basta una donazione di 70 euro annui per sostenere queste attività. I fondi saranno utilizzati per acquistare materiale di prima necessità, come quaderni e penne e per pagare lo stipendio agli insegnanti. Ai bambini che frequentano la scuola viene anche offerto un pasto gratuitamente per i quattro giorni settimanali di frequenza. Il costo del servizio mensa per ogni bambino in un anno è di 50 euro. Per cui, se qualcuno volesse offrire una cifra maggiore rispetto ai 70 euro annui, sarebbe il benvenuto, ricordando che tutti i fondi raccolti vengono destinati al progetto. Inoltre, l'associazione attua un monitoraggio costante sull'andamento scolastico dei bambini e i sostenitori riceveranno, due volte l'anno una comunicazione relativa all'andamento del bambino con, allegate, delle foto del piccolo. “Chi lo desidera – concludono i referenti di Watinoma – possono anche partecipare ad un campo di lavoro e venire a conoscere di persona il bambino sostenuto”. Di seguito pubblichiamo i link utili per scaricare il modulo di adesione:

http://www.watinoma.info/…/Scheda_iscrizione_watinoma_proge…

oppure scrivi a tuttiascuola@watinoma.info

Newsletter

Ricevi settimanalmente le notizie del giornale lasciando la tua mail:

Sponsor locali