Sono già a buon punto dell'opera gli organizzatori della manifestazione settembrina di Ville Aperte, che da diversi anni interessa l'intera Brianza e permette a cittadini e turisti di visitare le magnifiche bellezze dei luoghi storici più affascinanti del circondario.

Per ciò che riguarda Villasanta, centro gravitazionale sarà l'indiscussa Villa Camperio, luogo, lungo tutto il corso dell'anno, di incontri, serate culturali e formative per adulti e ragazzi, concerti; spazio cinematografico, biblioteca, ludoteca; sito storico in cui si conserva la memoria dei fondatori della Villa e delle loro straordinarie avventure: con gli oltre 4 mila volumi di testi antichi e le centinaia di fotografie rare, il Fondo Camperio può dirsi essere a pieno titolo un vero e proprio patrimonio culturale locale.

Questo e molto altro sarà possibile ammirare in special modo in occasione di Ville Aperte, che, visto il successo dei precedenti anni, per la prima volta a Villasanta occuperà ben due settimane e tre week end, dal 16 settembre al 1 ottobre.

Non soltanto: a cornice degli incontri organizzati in Villa – fra cui le visite guidate al Fondo Camperio, l'inaugurazione e l'esposizione di due mostre, la presentazione di un libro, il corteo medievale, la partita a scacchi “formato persone” - sono previste visite guidate al Museo d'Arte Sacra (Muas) ed alla Chiesa parrocchiale di Sant'Anastasia. Ospite principe dell'evento sarà il grande organo presente nella Chiesa, considerato uno dei più belli d'Europa ma poco pubblicizzato: finalmente, se ne potrà sentire il suono in un piccolo concerto tenuto in occasione della visita guidata alla Chiesa.

Per ora i lavori di organizzazione degli incontri per la grande manifestazione sono ancora in corso: l'assessore alla Cultura Adele Fagnani, entusiasta dei progetti ideati in collaborazione con la Biblioteca, è rimasta parzialmente vaga, lasciando alta la curiosità su questo evento, che si pregusta soddisfare le più elevate aspettative.