Come dice il sindaco di Villasanta, Luca Ornago “L’unione fa la forza”. E’ il caso della manifestazione di oggi che ha visto 35 sindaci, alle 13.30 manifestare al casello di Agrate-Carugate della Tangenziale Est, contro il rincaro di ben 30 centesimi sul pedaggio. Dal primo gennaio in sostanza si è passati a pagare da 1,70 a due. Un rincaro che ai pendolari non sta bene e contro cui i primi cittadini hanno deciso di manifestare, a partire da Ezio Colombo, sindaco di Agrate che ha coinvolto i colleghi brianzoli e meratesi facendo sottoscrivere loro un documento nel quale si richiede di abbassare il rincaro fino al raggiungere il 3 per cento (così come è in linea nazionale l’aumento per i pedaggi) e di spostare la barriera a ridosso di Milano. Il documento sarà consegnato alla Società Serravalle-Milano Tangenziali (della quale la Regione ha una partecipazione). Quello che i sindaci vorrebbero capire è perché un aumento pari al 18 per cento in più del pedaggio è spettato al casello Agrate-Carugate, quando per gli altri caselli gestiti da Serravalle, la società ha applicato un rincaro del 13 per cento. Sulla questione è intervenuto anche il presidente della Provincia Roberto Invernizzi che senza mezzi termini ha dichiarato che in questo modo si finanziano i costi della Pedemontana. Alla manifestazione è intervenuto anche Ornago che trova “l’aumento eccessivo visto il periodo che stiamo vivendo e visto che la nostra zona è già abbastanza vessata”. Ornago sottolinea come da sempre gli aumenti dei pedaggi sono giustificati da progetti di miglioramenti ma “a me non risulta che siano previsti in questo caso”. Per questo il sindaco di Villasanta ha deciso di essere presente alla manifestazione di oggi: “abbiamo fatto bene ad affiancare il sindaco di Agrate in questa iniziativa e a manifestare per i pendolari perché in questa categoria ci sono anche i nostri cittadini e noi sindaci del territorio dovremmo essere uniti per questioni sovracomunali come questa ”.

Newsletter

Ricevi settimanalmente le notizie del giornale lasciando la tua mail:

Sponsor locali