sport, Team 86

Un’altra occasione persa

SERIE B FEMMINILE

MILANO BASKET STARS 48

TEAM 86 BASKET VILLASANTA 42

 

VILLASANTA: Bottari 2, Bonetti 13, Bassani 8, Signorini, Bonomi, Rossi 5, Dieng 11, Sala 3, Pagani ne, Reggiani ne, Verderio ne, Panighetti ne, All. Penna

 

BASKET FEMMINILE MILANO: Contu 9, Occhipinti 21, Rossini 9, Cestari 3, Gandola, Bisanzon, Ranzini ne, Behring, Ferrazzi, Zumaglini 2, Fortini 4, Poggi, All. Colombo

 

PROGRESSIONE: 11-9, 24-24, 30-41

 

MILANO – Le biancoblu perdono un’altra occasione. Nonostante le pesanti assenze per infortunio di Pagani e di Reggiani le ragazze guidate da coach Penna giocano per tre quarti una gran partita. Anche nelle file di BFM importanti assenze, come Minardi e Ranzini.

Nel primo quarto le biancoblu devono un po’ prendere le misure perché diverse giocatrici si ritrovano a giocare fuori ruolo, ma la squadra risponde bene si gioca in grande equilibrio. Nel secondo quarto le milanesi cercano di allungare trovando canestri con Occhipinti e Contu. Le biancoblu però riescono a trovare buone soluzioni e mandano tutti negli spogliatoi sul 24 pari.

Nel secondo tempo si giocano due partite diverse. Una nel terzo quarto e una nell’ultimo quarto.

Dopo l’intervallo lungo le biancoblu giocano la loro migliore pallacanestro: grande intensità difensiva e ottime soluzioni in attacco. Trovano canestri veloci in contropiede ma anche buone costruzioni di gioco. Raggiungono il +14 e la partita sembra largamente in controllo.

Tutto cambia verso la fine del quarto. Occhipinti sblocca le sue e la difesa a zona milanese mette in serie difficoltà le biancoblu.

Negli ultimi dieci minuti punto dopo punto BFM accorcia lo svantaggio. Le ragazze di Penna perdono l’energia del terzo quarto e si bloccano. In attacco non funziona più niente e la difesa inizia a tentennare. Non si riesce più a far canestro. Si arriva 42 pari a 2 minuti dalla fine. Ma l’inerzia è tutta nella rimonta firmata dalle milanesi che trovano altri tre canestri e chiudono la partita portandosi a casa la vittoria.

“Miracolo quasi sfiorato. Le ragazze in una formazione reinventata ci hanno davvero messo tutto l’impegno che avevano sacrificando in ruoli non loro, ma non é bastato – ha commentato la panchina biancoblu – Non siamo riuscite a rispondere a tono alla loro difesa dell’ultimo quarto a causa della bassissima percentuale al tiro. Serve più convinzione in fase offensiva”.

Settimana prossima si torna al Palavilla per il match contro Bergamo. Bisogna prendersi questi due punti.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.