città, società

Badanti? C’è lo sportello

Villasanta ha uno Sportello Badanti. Dal 3 aprile prossimo, per quattro mesi in forma sperimentale, l’amministrazione mette a disposizione uno spazio assistito in cui le famiglie in cerca di un’assistenza familiare possano trovare informazioni e una sorta di albo dei badanti, con i rispettivi curricula. L’11 aprile alle 18.30 presso la sala consiliare del Comune si terrà la presentazione al pubblico del nuovo servizio. Lo sportello è pensato sia per le famiglie che si trovino (magari anche improvvisamente) ad aver bisogno di un aiuto domestico per assistere qualche parente, sia per figure in cerca di lavoro in questo ambito. Il servizio sarà gestito in collaborazione con Monza 2000 Ex.it che, per conto del Comune, gestisce già lo Sportello stranieri. Ha sede in Villa Camperio e apre al pubblico dalle 9 alle 12 del mercoledì (tel. 039.23754278). Per il primo colloquio, gli utenti in cerca di badanti potranno presentarsi direttamente senza appuntamento.  La fase di confronto prevede invece appuntamento. In un primo tempo viene presentata alla famiglia una rosa di curricula e in un secondo tempo avvengono gli incontri individuali con i candidati selezionati, sempre con l’assistenza dell’operatore.

Cosa offre lo sportello

  • Alle famiglie in cerca di badante: colloquio informativo, analisi del tipo di assistenza richiesta, compilazione della scheda di accesso alla banca dati specifica “APE Domestica”, informazioni sulle agevolazioni per le famiglie, informazioni sui servizi territoriali, informazioni sui contratti e le modalità di assunzione, ricerca del candidato più adatto al tipo di bisogno attraverso la piattaforma “APE Domestica”.
  • Agli aspiranti badanti: informazioni generali, momento di colloquio, inserimento nella banca dati “APE Domestica”, bilancio di competenze, stesura del curriculum, verifica dei requisiti per iscrizione al registro territoriale delle badanti, orientamento ai corsi di formazione, informazioni generali sul contratto, informazioni e assistenza per le pratiche di soggiorno per lavoratori stranieri.

“Avviamo questo progetto con soddisfazione, convinti che risponda a un bisogno molto forte e talvolta anche improvviso di tante famiglie villasantesi – ha dichiarato l’assessore alla Persona, Laura Varisco – Gli utenti potranno contare su operatori dotati di competenze specifiche, un aiuto importante per chi si trova in un ambito che non conosce. Per tutte le informazioni rinnovo l’invito a partecipare all’incontro di presentazione l’11 aprile alle 18.30 in aula consiliare”. “Daremo ascolto, accoglienza e assistenza anche contrattualistica alle famiglie, non solo all’inizio, ma anche durante il loro rapporto con il o la badante – ha aggiunto il coordinatore del progetto, Latif Mahri – e formeremo le figure professionali, continuando a seguirle. Sarà un primo passo vero il Registro territoriale”. Tracciando la precedente esperienza a Monza e Carate, Mahri ha chiarito come, con la crisi economica le figure in cerca di lavoro come badante, non sono più solo stranieri, ma anche italiani. “Ormai hanno raggiunto il 40 per cento di chi vuole fare questo lavoro – ha continuato il coordinatore – rimangono in maggioranza le donne, ma il 10 per cento dei richiedenti sono uomini”. E anche il bisogno registrato non è da meno. Dai dati Istat emerge chiaramente che nel decennio 2007/2017 gli over 65 a Villasanta sono passati ad essere dal 19,7 al 24,3 per cento. Una presenza importante e della quale tenere conto.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*