cultura

Fondo Camperio aperto

Il fondo documentale e fotografico conservato fra le mura della storica villa villasantese, che già più volte è stato luogo di esposizioni e oggetto di approfondimenti storico-politici-culturali, prossimamente ospiterà una mostra dedicata a Filippo Camperio, uno degli esponenti più illustri della famiglia (vd. oltre – Filippo Camperio).
La mostra “Filippo Camperio viaggiatore in Oriente” sarà visitabile presso la Sala del Fondo Camperio ogni primo sabato del mese – in particolare: sabato 7 settembre, sabato 5 ottobre e sabato 2 novembre – e seguirà i seguenti orari: dalle 9 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 17:30.
La mostra, organizzata dalla Biblioteca civica, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, vuole essere un’occasione per dare la possibilità al pubblico di visitare e di conoscere il patrimonio culturale locale.

Filippo Camperio: viaggiatore e ammiraglio
– estratto dal sito www.lombardiabeniculturali.it –
Figlio di Manfredo Camperio e di Marie Siegfried, Filippo Camperio nacque a Milano il 27 novembre 1873.
Ammesso al Collegio militare di Milano e all’Accademia navale di Livorno, Filippo si dedicò ai viaggi: visitò l’India e la Malesia, proseguendo per l’Australia e per l’America, compiendo più volte in pochi anni il giro del mondo.
La sua carriera militare cominciò nel 1902, quando fu inviato in Cina, ove prese parte alla guerra russo-giapponese per la conquista della Manciuria, redigendo un diario dettagliato delle operazioni militari e il libro “Al campo russo in Manciuria (note di un marinaio)”, pubblicato a Milano nel 1907.
Rientrato poi in patria, Camperio viaggiò per l’Italia e, nel 1911, sposò l’americana Eleonor Terry, dalla quale ebbe 4 figli (Manfredo, Luisa Maria, Terry Dalmazia e Giulio). Prenderà attivamente parte alla prima guerra mondiale nella città di Grado.
Dopo la guerra, divenuto ammiraglio, fondò a Milano l’Istituto navale e fu presidente della Lega navale italiana e lavorò per la società “CO2” e per la “Sperry Gyroscope Company”.
Fu Filippo Camperio a donare al Comune di Villasanta i terreni utilizzati per l’allargamento della via Garibald, per la costruzione del monumento ai caduti e per l’erezione del nuovo palazzo comunale.
Filippo Camperio si spense a Villasanta il 21 aprile 1945.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*