città

Sopralluogo alla Tagliabue

Dare una risposta ai cittadini. E’ questo l’intento del sopralluogo effettuato oggi da Ats (azienda territoriale sanitaria) Brianza, Vigili del Fuoco (Comando Provinciale di Milano), Carabinieri di Villasanta, Polizia Locale e Ufficio Tecnico del Comune nelle aree della Tagliabue Gomme Gross. Obiettivo era la verifica dello stato dei luoghi rispetto ai requisiti di sicurezza antincendio, sicurezza sui luoghi di lavoro e conformità igienico sanitaria, dopo le segnalazioni di molestie olfattive pervenute dai cittadini residenti nelle zone limitrofe. La giunta Ornago attende a questo punto indicazioni e  prescrizioni da parte di Ats e Vigili del Fuoco, per definire i successivi atti procedurali, tenendo alta l’attenzione e cercando di limitare i tempi d’attesa dei villasantesi. Ricordiamo che nel frattempo è nato un comitato cittadino “Cambiamo aria” proprio per sollecitare l’azione delle Istituzioni a trovare una soluzione al problema. Nonostante questo però, Arpa (Agenzia regionale per l’ambiente), per il momento non interverrà. L’altro ente contattato dal Comune infatti, era proprio Arpa alla quale a metà luglio erano state chieste rilevazioni sulla qualità dell’aria e che però ha invece risposto per iscritto: “ Escludendo che vi sia un impatto ambientale riconducibile alla specifica attività di deposito e vendita,  tuttavia non si esclude il verificarsi di problemi igienico sanitari (molestia olfattiva, proliferazione di zanzare) che necessitano di valutazioni specifiche  da parte egli Enti competenti al fine di individuare azioni che l’Azienda deve mettere in atto per la mitigazione-eliminazione del disagio arrecato”. Gli “Enti Competenti” cui si fa riferimento sono esattamente Ats e  Vigili del Fuoco intervenuti sul posto questa mattina. E ancora: “Riguardo alla richiesta del Comune di Villasanta di effettuazione di una campagna di rilevazione per la qualità dell’aria, evidenziando che sussiste al momento una situazione di disagio per problemi igienico sanitari e non condizioni di inquinamento ambientale, si ritiene che l’effettuazione della stessa potrà essere valutata solo successivamente alla conclusione delle azioni messe in atto al seguito degli esiti dei controlli da parte delle Autorità Competenti”. In altre parole dovranno prima intervenire Vigili del Fuoco e Ats con indicazioni precise all’azienda e poi, eventualmente Arpa si farà avanti per una rilevazione della qualità dell’aria.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*