politica

Pgt adottato

Pgt adottato. Venerdì scorso il Consiglio ha discusso la variante al Pgt (Piano di governo del territorio) prima di votarne l’adozione, approvata dalla maggioranza (12 voti favorevoli e 4 contrari). In altre parole, si è discusso del futuro urbanistico del paese.

Ha introdotto la seduta il sindaco, Luca Ornago. “Il processo di pianificazione e di sviluppo territoriale che porta questo Consiglio Comunale all’adozione della Variante Generale al Pgt (Piano di Governo del Territorio) ha avuto inizio il 15  dicembre 2016. Nel 2017 sono stati nominati i professionisti estensori del piano, gli architetti Sergio Dinale e Fabrizio Monza. Hanno lavorato in collaborazione con l’Ufficio di Urbanistica comunale, con la supervisione dell’assessore Colombo. Anche i cittadini, le associazioni e le aziende di Villasanta hanno partecipato al Pgt, tramite iniziative di vario genere, come la raccolta di contributi scritti e le proposte sulla piattaforma multimediale creata dalla startup Bipart e presente sul sito del Comune” ha spiegato Ornago. Claudio Colombo, assessore con delega all’Urbanistica, ha spiegato nei dettagli questa variante di Pgt. “Abbiamo una riduzione del consumo di suolo di 143 mila metri quadrati. Rispetto al Pgt del 2012, dove già si poneva il problema del consumo di suolo, alcune aree che erano all’epoca urbanizzate ora non lo sono più. Le aree dedicate ai servizi sono state conservate, dato che le amministrazione precedenti ci hanno lasciato un’eredità importante, un lascito positivo. Queste aree sono pari a 484 mila metri quadrati”. Per quanto riguarda la zona della Lombarda Petroli è stata fatta la scelta di mantenere la parte centrale a verde. “Viceversa sulla parte verso la ferrovia (parte edificabile) si è scelto di escludere la funzione residenziale. Si prevede la realizzazione di un polo che potrebbe essere produttivo, con la possibilità di una pluralità di funzioni specifiche (ad esempio capannoni con uffici, laboratori, strutture di ricerca, servizi)” ha continuato Colombo.

È intervenuto il consigliere di minoranza Massimo Maria Casiraghi (di Forza Italia). “Perchè questa Giunta ha compiuto la scelta di fare una variante generale al Pgt vigente? Non è stata una scelta molto chiara, e soprattutto  con questa Variante mi sarei aspettato di vedere risolti i problemi gravi del nostro territorio. Mancano il Piano Urbano del traffico e le previsioni economiche per la sostenibilità del Pgt” ha detto Casiraghi.

Sono intervenuti i consiglieri di maggioranza Roberto Frigerio e Stefano Lindner. “Vorrei porre la questione dell’abitare sociale. In questo Pgt c’è la novità di fare abitazione in modo diverso. Questo è molto importante anche come attrattiva per i giovani che,  purtroppo, spesso se ne vanno da Villasanta” ha detto Frigerio. “Questa Variante al Pgt ha dato ascolto ai cittadini, alle esigenze di quartiere. Questo è stato possibile grazie al processo partecipativo che ha caratterizzato questo Pgt” ha sottolineato invece Lindner.

“Questo Piano arriva 7 anni dopo il nostro (arrivato nel 2012, con l’amministrazione Merlo). Noi però abbiamo fatto lo sforzo di approvare e governare il Piano durante il nostro mandato, mentre quest’amministrazione non potrà fare lo stesso perchè quando il Piano sarà approvato definitivamente (2019) saremo a fine mandato. Questo è un elemento sicuramente negativo”, ha detto il consigliere comunale e presidente della Commissione “Territorio” Riccardo Confalonieri (di Forza Italia).

“La nostra lista ha partecipato alle riunioni previste per la nascita di questo Pgt, ma nessuna nostra osservazione è stata ascoltata. Il Pgt appare ingiusto e iniquo per aver adottato pesi e misura diversi, ad esempio per quanto riguarda gli indici di edificabilità concessi. Inoltre non è stata tutelata l’area ai limite del parco valle del Lambro, ha dichiarato il consigliere di minoranza Antonio Ubiali (di “Nuova Villasanta”).

“Dal mio punto di vista, ma penso anche da quello dei consiglieri che non hanno avuto negli anni passati la possibilità di cimentarsi nell’analisi di uno o forse del principale atto di indirizzo politico dell’amministrazione, questo tipo di processo è stato un’occasione di crescita e l’occasione di poter cogliere aspetti del nostro territorio che non conoscevamo. Per quanto riguarda i due grandi ambiti più grandi di questo Pgt, che riguardano l’Area Nord e l’area della Lombarda Petroli l’amministrazione ha dato un segnale molto importante, sottolineando il fatto che in quelle aree non sorgeranno insediamenti di tipo residenziale. Penso che il periodo delle osservazioni che seguirà quest’adozione di Variante potrà portare ad ulteriori miglioramenti” è stata la chiosa di Carlo Sormani, capogruppo della lista “Cittadini per Villasanta”. L’approvazione definitiva alla variante dovrà avvenire tra due mesi circa.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*