città

Il Cem e i sacchetti abusivi

“Apprendo e trasmetto con piacere il primo dato della sperimentazione che Cem ha da poco avviato sul territorio brianzolo, ovvero la rimozione dei rifiuti ai lati delle strade sovra comunali, aree che esulano dalla competenza del Consorzio: nella prima settimana, dall’8 al 13 ottobre, i mezzi Cem hanno raccolto 8 tonnellate di sacchetti abusivi abbandonati ai bordi di arterie sovracomunali. Il problema è noto e sofferto anche a Villasanta e dintorni, in particolare su Sp60, Sp13 ed Sp7. Queste vie provinciali non sono di competenza comunale ma non per questo possono essere ridotte a discariche” questo il commento del sindaco, Luca Ornago, riguardo al nuovo servizio di Cem (Consorzio est milanese). Il progetto, partito in modo sperimentale, durerà 6 mesi (ottobre-dicembre e marzo-maggio) e avrà un costo di 150mila euro circa. La cifra finanzia l’uscita quotidiana di due automezzi dotati di soffiatore e spazzatrice, ciascuno con un equipaggio di tre operatori.

Per ora il servizio si è limitato alla raccolta dei sacchetti dal ciglio delle strade, ma nel periodo di sperimentazione sono previsti anche interventi di bonifica delle discariche abusive. In ogni caso il servizio verrà via via modulato, sulla base delle reali esigenze del territorio. Nelle prossime settimane saranno disponibili i dati sui primi interventi effettuati. Al termine del semestre, con il bilancio costi/benefici alla mano e con una mappatura reale dei punti più critici, sarà possibile valutare eventuali provvedimenti definitivi. “Condivido la soddisfazione per la partenza del progetto, in particolare con i sindaci vicini di Concorezzo, Agrate e Vimercate, insieme abbiamo avanzato all’interno del Comitato di controllo analogo Cem questa proposta approvata poi dall’assemblea dei soci il 19 giugno 2018 – ha continuato Ornago – È soprattutto un modo per combattere sporcizia e degrado sui confini delle nostre aree urbane ed è anche l’esempio concreto di come possa ricadere direttamente sul territorio parte dei profitti di Cem che, ricordo, è un’impresa al 100 per cento pubblica”.

One Comment

  1. Ottima iniziativa, che dovrebbe essere associata all’installazione di telecamere per identificare e sanzionare i responsabili. I rifiuti abbandonati a bordo strada, a volte anche macerie edilizie, vengono sicuramente trasportati con automezzi di cui sarebbe possibile rilevare le targhe.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*