cultura

Continuiamo a leggere

I romanzi prescelti per gli appuntamenti di gennaio dei gruppi di lettura sono i seguenti:
– Sabato 12 gennaio alle ore 15, per il gruppo “leggiamo i classici” sarà la volta del romanzo “Il Sosia” di Fedor Dostoevskij: il protagonista incontrerà una persona uguale a sé in tutto e per tutto, comincerà a seguirlo e sarà, invece, a sua volta da questa perseguitato, fino a che – rinchiuso in un istituto di igiene mentale – non si renderà conto che “il sosia” altro non è se non la proiezione della propria coscienza;
– Giovedì 17 alle ore 20,30 sarà data lettura del romanzo “Manna e miele, ferro e fuoco” di Giuseppina …: il romanzo racconta i patimenti della giovane protagonista, nella sua intima lotta per il raggiungimento della consapevolezza del proprio essere donna;
– Sabato 19 alle ore 15 sarà letto il romanzo “La Figlia” di Clara Uson: una giovane, bella ed entusiasta della vita, intraprende un viaggio di divertimento a Mosca, che, invece, si trasformerà in un’esperienza che stravolgerà la propria vita ed il rapporto con l’amorevole padre, il generale Ratko Mladic, che scoprirà essere responsabile dei maggiori eccidi del dopoguerra e che, dopo anni di latitanza, sarà processato soltanto nel 2012.
Gli incontri, a ingresso gratuito, si terranno presso la villa Camperio.
Per maggiori informazioni, rivolgersi alla biblioteca civica.

One Comment

  1. Vorrei segnalare una nuova esperienza di Gruppo di Lettura, proposta dal Distretto di Economia Solidale della Brianza, presso la sede degli Alpini di Villasanta, una sera al mese, e caratterizzata come segue:
    Siamo immersi in un tempo difficile, nel quale riemergono fantasmi di pensieri che pensavamo sconfitti e superati per sempre. Parole come solidarietà, inclusione, accolgienza, condivisione, che sono state sempre riservate alle migliori condizioni dell’umanità, risultano per molti ambigue e sospette: si indagano e sequestrano le attività ed i progetti che ad esse si ispirano, come il salvataggio in mare da parte delle ONG o l’esperienze di punta a terra, come il Comune di Riace…..
    Per molta parte la causa è l’ignoranza e la superficialità, per alcuni perfino il primato dell'”IO” sul noi (i miei bisogni, la mia famiglia, il mio quartiere, la mia città, il mio popolo…).
    In questo clima occorre ripartire dai fondamentali e coltivare CULTURA e COMUNITA’.
    Per questo vi proponiamo l’esperienza del Gruppo di Lettura Conviviale, nello spirito di quello che è stato il pensiero di Ivan Illich (vedi allegato qui: http://desbri.org/news/gruppo-di-lettura).
    Trovarsi con semplicità, leggere righe a turno, far risuonare concetti e sentimenti ed alla fine celebrare la CONVIVIALITA’ condividendo il pasto. Nulla di meno, nulla di più.

    Il primo testo che si affronta è La Convivialità, di Ivan Illich.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*