personaggio, politica

“La mia proposta per una Villasanta alternativa”

 

L’ufficialità della sua candidatura è arrivata lo scorso 8 febbraio. Nicola Ganino, 38 anni, architetto, è il candidato del Movimento 5 stelle per le elezioni amministrative del prossimo 26 maggio. È il secondo candidato sindaco ufficiale, l’altro è Luca Ornago, attuale sindaco, sostenuto dalla lista “Cittadini per Villasanta”.

Ganino,  perché ha preso quest’iniziativa?

Nella vita arriva un età in cui bisogna prendere certe decisioni importanti, senza aspettare troppo. Ormai sono anni che vivo a Villasanta, mi sono trasferito qui nel 2008. Vorrei fare fare qualcosa per migliorare questa cittadina.

Cosa propone per Villasanta? 

Noi, come diciamo anche nel programma, vorremmo attirare degli investitori, che potrebbero essere fondazioni, enti pubblici o privati che portino delle nuove attività, come start-up o uno spazio per il co-working. Vogliamo portare lavoro, se il luogo resta solo uno spazio residenziale, seppur bello, piano piano si impoverisce. Il commercio poi muore non solo per la presenza di centri commerciali o commercio online ma anche perchè chi vive qua lavora altrove. Quindi se le persone vivessero e lavorassero qui ne gioverebbe molto il Paese. Certo, sappiamo anche che è un processo lungo, i miracoli non li fa nessuno. Vogliamo lavorare per i giovani, dando loro facilitazioni negli affitti e migliorando in generale l’attrattività di Villasanta. Ci piacerebbe trovare anche accordi per dare uno spazio cittadino a qualche università o ente di ricerca che magari vuole spostarsi fuori da Milano.

Cosa pensa di due aree villasantesi molto chiaccherate come la zona Lombarda Petroli e l’Area Nord? 

Finchè le vicende giudiziarie non si sbloccano penso che qualunque giunta non possa metterci mano. Io posso ripensare ad un progetto diverso da quello iniziale. Qualcosa che non punti sul residenziale, che sia attrattivo a livello territoriale e che non riguardi solo Villasanta. Mi vengo in mente interventi, anche se di scala maggiore, fatti nella zona della Ruhr, in Germania, in zone industriali dismesse. Però prima, come detto, bisogna vedere come termina la vicenda giudiziaria. Per quanto riguarda l’Area Nord mi piacerebbe realizzare una piscina.  Ovviamente andrebbe calcolata la sostenibilità del progetto. Avrei un’idea su come farla. Non sarebbe una piscina tradizionale, mi piacerebbe fosse una bio-piscina, piscina naturale che usa sistemi di filtraggio con piante e organismi acquatici. è una mia fantasia che mi piacerebbe realizzare.

Qual’è il suo giudizio dell’attuale amministrazione?

Girando per il Paese non ho visto dei cambiamenti pazzeschi rispetto alla precedente amministrazione (Merlo, ndr). Sono state rifatte le ciclabili, opere fatte in quest’ultimo periodo pre-elettorale. Però, per esempio, circolando la mattina vedo delle strade piuttosto vuote. La maggior parte delle persone lavorano fuori da Villasanta. Questo è un problema, il lavoro è lontano dal luogo dell’abitazione. Se noi prendiamo delle foto d’epoca possiamo notare una concentrazione di persone e una attività lavorativa che oggi non vediamo più negli stessi luoghi. Io difendo le aree pedonali, però mi sembra appunto di vedere un deserto in queste zone.

Il Movimento 5 stelle partecipa per la prima volta alle elezioni amministrative di Villasanta. A parte la vittoria quale risultato, in termini di voti, la soddisferebbe?

A volte i risultati delle elezioni regionali e comunali sono riflessi della politica nazionale. Poi certo ci sono i fattori locali, l’appeal che hanno i candidati sindaci. Però è difficile, anche perchè ci sono persone che vanno a votare per le amministrative solamente basandosi sulle loro convenzioni a livello nazionale. Io non mi voglio sbilanciare, chiaramente sarò felice se vinco, altrimenti accetterò serenamente il risultato delle urne.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*