città, politica

Mozione respinta

Bocciata. Con dodici voti contrari (tutta la maggioranza) e cinque favorevoli (la minoranza) non è passata la mozione presentata dal capogruppo di Forza Italia, Massimo Casiraghi. La mozione aveva come oggetto la richiesta di rimozione della dichiarazione allegata alle domande di patrocinio, contributo ordinario, suolo pubblico (con deliberazione avvenuta nel Consiglio Comunale del 20 febbraio 2018). La votazione è avvenuta durante la seduta straordinaria del Consiglio Comunale di martedì 9 aprile.

“Più di un anno fa il Consiglio Comunale ha approvato un Ordine del Giorno presentato dalla lista “Cittadini per Villasanta. Tale approvazione ha prodotto una conseguenza sostanziale nella presentazione delle documentazioni per la richiesta di uso di spazi comunali e contributi alle associazioni con una forma inopportuna d’ingerenza nelle finalità nell’agire dell’associazionismo villasantese. Noi vogliamo garantire la libertà di opinione e di espressione, sia in forma personale che associata. Il Consiglio Comunale di Villasanta sollecita l’Amministrazione comunale alla rimozione del foglio presentato il 20 febbraio 2018 come parte di documentazione da presentare in occasioni delle richieste di spazi o contributi da parte di associazioni e privati” ha dichiarato il consigliere Casiraghi (Forza Italia).

“Ci siamo confrontati, abbiamo letto il testo di questa mozione e ascoltato il consigliere Casiraghi ma nonostante ciò non abbiamo capito la necessità della mozione presentata e non ne condividiamo lo spirito in nessun punto. Nella dichiarazione che viene sottoposta a tutte le associazioni che richiedono il patrocinio degli spazi o la possibilità di usare suolo pubblico viene dichiarato che tale associazione deve rispettare i valori e i principi fondanti della Costituzione italiana, repubblicana e antifascista. Non capisco in che modo questa dichiarazione possa essere un’ingerenza nelle finalità nell’agire nell’associazionismo villasantese, come afferma la minoranza. Noi abbiamo prodotto quell’Odg (Ordine del Giorno) un anno fa perchè vedevamo un accrescimento di manifestazioni fasciste e razziste non solo nella Brianza, ma in tutto il territorio nazionale”, ha risposto il capogruppo di “Cittadini per Villasanta”, Carlo Sormani.

“Noi non siamo d’accordo col fatto che questa preoccupazione della maggioranza, sul pericolo di un fantomatico ritorno al fascismo, debba sottoporre ad un controllo ideologico tutti i cittadini di Villasanta. È solo un modo cui si vuole evidentemente giudicare il nemico, ma noi riteniamo che sia una stupidaggine”, ha sentenziato il consigliere di minoranza Ubiali (della lista “Nuova Villasanta).

“Nessuna influenza di carattere o ispirazione politica dovrebbe essere contenuta in un atto di emissione della Pubblica Amministrazione” ha sottolineato Daniela Greco, consigliere del Movimento Civico per le famiglie.

“Qui non si tratta di contestare un’opinione. Senza contare il fatto che se parliamo di fascismo dobbiamo ricordare che non si tratta neanche di un’opinione ma di un’ideologia che ha portato ad una dittatura ventennale in Italia. Vorrei anche chiedere alla consigliera Greco come mai un anno fa aveva votato a favore di quell’Odg ed oggi sembra aver cambiato idea” ha risposto il capogruppo Sormani. “Ho riflettuto a lungo e ho cambiato idea”, la secca risposta della consigliera Greco.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*