città, politica

Dichiarazione di emergenza climatica

Quindici voti favorevoli, due astenuti e zero contrari. Questi i numeri con cui è stata approvato l’Ordine del Giorno avente ad oggetto la “dichiarazione di emergenza climatica” e votato nell’ultima seduta di Consiglio Comunale, di martedì 22 ottobre. Ha votato a favore tutta la maggioranza, oltre ai due consiglieri di minoranza della Lega (Federico Cilfone e Antonio Cambiaghi) e al consigliere del Movimento 5 Stelle (Nicola Ganino). Si sono astenuti i consiglieri Massimo Casiraghi (di Forza Italia) e Antonio Ubiali (di “Nuova Villasanta”).

“Il 15 marzo del corrente anno si è tenuto il primo “Globestrike future”, giornata di manifestazione mondiale contro i cambiamenti climatici promossa dal movimento giovanile “Fridays for future.” Essa ha visto milioni di persone manifestare in tutto il mondo. L’ultimo rapporto dell’Ipcc (“Intergovernment panel on climate change”) dell’Onu del 2018 affermava che l’umanità ha tempo fino al 2030 per limitare l’incremento dell’aumento della temperatura terrestre, onde evitare serie conseguenze per il nostro pianeta. A fronte di ciò si è deciso in tante città d’Italia e del mondo di dichiarare lo stato di “emergenza climatic.” Con questo Odg (Ordine del Giorno) si impegna il Sindaco e la Giunta ad aderire al piano d’azione europeo per l’energia sostenibile del clima con l’obbiettivo di ridurre del 40% le emissioni di CO2 entro il 2030, tramite una serie di progetti ecologici e sostenibili” , ha dichiarato il consigliere Nicolas Torri, di “Cittadini per Villasanta.”

“Noi come Movimento 5 Stelle avevamo già fatto una mozione “Plastic Free” (approvata recentemente in Consiglio Comunale) dimostrando come il tema dell’ambiente è a noi molto caro. Proprio per questo approviamo questo Odg ma vigileremo sulla realizzazione dei progetti che l’amministrazione vuole fare a riguardo”, la dichiarazione del consigliere M5S  Nicola Ganino.

“Da sempre il gruppo che rappresentiamo ha a cuore l’ambiente. Votiamo in modo favorevole a questo Odg e siamo certi che l’amministrazione continuerà ad applicare politiche favorevoli all’ambiente anche sul territorio villasantese”, l’opinione del Capogruppo della Lega, Federico Cilfone.

“Sono dibattuto sull’affrontare questa tematica. In quest’argomento esiste una tale complessità e una tale vastità di dati che sono spesso in contrapposizione tra loro. Esistono numerosi studi che non giustificano di fatto questo allarmismo sul clima. Il nostro è un voto di astensione”. Cosi si è espresso il consigliere di minoranza, Massimo Casiraghi, di Forza Italia. “Devo contraddire il consigliere Casiraghi. Il tema ambientale è uno di quelli su cui c’è più comunanza di opinioni nella comunità scientifica, si parla del 98,5% di scienziati concordi sul fatto che esista un emergenza climatica”, ha ribattuto il consigliere Torri.

“Mi trovo d’accordo con l’opinione espressa dal consigliere Casiraghi. Io credo che su questo tema esista una mentalità brutalmente ideologica che pretende di avere un toccasana per risolvere i problemi senza affrontarli nell’intera ampiezza. È un dato storico che il clima nel corso dei secoli sia sempre cambiato, e non per opera umana ma per eventi che sono più grandi di noi. L’essere umano certamente può fare qualcosa. Sta a ciascuno di noi, avere un’educazione seria sull’argomento significa avere rispetto dell’ambiente, altrimenti rimane solo una cosa ideologica”, il pensiero del consigliere di minoranza Antonio Ubiali.

“La cosa più  importante che abbiamo fatto con questo Odg (in merito all’ambiente) è stata collegare ad una giusta pretesa di carattere generale un piccolo piano d’azione a livello locale. Esso può essere istituito dall’Amministrazione e può essere condiviso anche dai consiglieri di minoranza”, ha dichiarato il Capogruppo di “Cittadini per Villasanta” è staa la chiusa di Carlo Sormani.

2 Comments

  1. MARIO SANVITO

    fateci sapere in cosa consistono le azioni a favore del clima

  2. PAOLO FORNERIS

    Tra le prime azioni che mi aspetto: affrontare il tema del traffico (e relativa sosta selvaggia) negli orari di inizio e termine lezioni scolastiche sui 3 principali plessi del comune. inutile approvare un simile OdG e poi accettare l’anarchia più assoluta sul tema (con le relative ricadute sull’inquinamento) ogni santo giorno!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*