Casa dei Popoli

Una nuova Associazione per Villasanta

Giunta alle battute finali, la kermesse cinematografica estiva organizzata dal cineteatro Astrolabio e dal Comune di Villasanta in Villa Camperio ha chiuso i lunedì dedicati alle realtà associative villasantesi, dando spazio a una nuova realtà. Dopo Il Circolo dell’Arte, il Gruppo di Acquisto eco-solidale, la Cooperativa La Speranza, l’ANPI, Lunedì 24 agosto di fronte alla platea del film Sara& Saleem si è presentata la neonata Associazione La Casa dei Popoli.

L’Associazione fa riferimento al ruolo svolto negli anni dalla Cooperativa Casa del Popolo, ai suoi valori, storia e tradizione. Ma nasce con l’intento di allargarsi a nuovi soggetti e a nuove culture. E la declinazione plurale del nome non è casuale! La forma associativa è stata scelta per coerenza con la natura decisamente no-profit delle iniziative previste e per valorizzare la valenza sociale delle stesse.

Penalizzata, come tutti, dalla pandemia COVD-19 che ha imposto il blocco primaverile delle iniziative pubbliche, l’Associazione non ha voluto rinunciare al fiore all’occhiello della sua proposta culturale: il Festival delle Geografie. Anzi: dopo la scommessa vinta del 2019, la Casa dei Popoli sempre in collaborazione con il Comune di Villasanta ha lanciato la seconda edizione del Festival con un giorno in più.

Negli spazi di Villa Camperio, dal 17 al 20 settembre scrittori, giornalisti, viaggiatori, professori universitari, musicisti e artisti si confronteranno sul tema “Confini, Limiti, Frontiere”.

“Vogliamo portare nel cuore della Brianza spazi di riflessione e immaginazione, per ripensare il nostro rapporto con lo spazio e il pianeta che abitiamo….”

Quantità e varietà delle iniziative caratterizzano il programma del Festival: 2 mostre fotografiche, 2 spettacoli musicali e teatrali, 11 fra dibattiti e presentazioni, 1 corso di formazione in collaborazione con AIIG, Associazione Italiana degli Insegnanti di Geografia, riconosciuto dl MIUR e rivolto a docenti di ogni ordine e grado e, infine, 2 visite guidate. La prima porterà alla riscoperta del Fondo Camperio in occasione dei 150 anni dell’inaugurazione del Canale di Suez mentre la seconda proporrà uno uno sguardo inedito, durante una passeggiata, nel Parco di Monza: quello della “Mura”.

Per approfondimenti e informazioni si rimanda al sito festivalgeografie.it e relative presenze social su Facebook, Instagram e Twitter.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*