città

A colloquio con il sindaco

COVID seconda ondata, i cantieri in corso, il Natale da festeggiare comunque, le opere pianificate da far partire, gli imprevisti, i timori e le speranze per il dopo. Sul “tavolo” del sindaco Luca Ornago la “pila” degli impegni sta lievitando. Ne abbiamo parlato con lui in un colloquio-intervista a tutto campo che vogliamo condividere con i lettori de Il Punto

Inevitabilmente partiamo dallo stato della pandemia. Come siamo messi a Villasanta?

Da Marzo abbiamo registrato 542 contagiati di cui 267 guariti, gli attualmente contagiati sono 253 di cui 135 a domicilio, 22 le persone decedute dall’inizio della pandemia (dati ATS Brianza). L’emergenza sanitaria è sicuramente più ampia rispetto alla prima fase ma prevalentemente dal punto di vista quantitativo, meno dal punto di vista qualitativo per gravità ed emergenza gestionale. L’esperienza acquisita ci ha consentito di mettere immediatamente in moto la macchina comunale degli aiuti e il supporto a coloro che devono stare in quarantena, a casa.
I lavoratori dell’amministrazione comunale sono al momento in smart working per il 50% delle ore di lavoro. Ma diversamente dalla prima fase tutti settori devono garantire sempre una presenza in Comune.

E Villa San Clemente?

La situazione è al momento decisamente confortante. Nella nostra RSA al 25 novembre erano stati rilevati solo 2 positivi asintomatici e isolati dal resto degli ospiti. Non c’è dubbio che la possibilità di fare i tamponi, di avere gli esiti in fretta – attività su cui avevamo fatto una forte pressione su ATS già nella prima fase – ha contribuito ha tenere sotto controllo l’andamento dei contagi e a garantire una situazione sanitaria tranquilla per ospiti e operatori

Oltre il COVID, oltre le preoccupazioni e le precauzioni indispensabili e auspicabili io credo che anche Villasanta debba guardare altro e oltre..

Non abbiamo mai abbandonato o messo in secondo piano – a meno di restrizioni da DPCM – il programma 2020 o quello dei prossimi tre anni.
Dopo il rendiconto finanziario di fine luglio del Comune stiamo affrontando il bilancio previsionale del Comune e quello consolidato comprensivo delle partecipazioni. Con il prossimo Consiglio Comunale del 30 novembre procederemo all’ultima variazione. Villasanta farà una propria manovrina di bilancio che comprenderà

  • i contributi alle associazioni di Villasanta sulla base di quanto fatto e versato nel 2019, anche in assenza di attività nel 2020

Con gli altri sindaci abbiamo incontrato le associazioni degli imprenditori e quelli sindacali e la preoccupazione è notevole: cosa succederà dopo la fine della cassa integrazione? La pandemia ha davvero creato nuove povertà e, seppur in misura ridotta rispetto ad altre situazioni, anche a Villasanta. Ci aspettiamo un aumento delle richieste ai servizi sociali e per questo procediamo con finanziamento e rifinanziamento degli aiuti.

Come vanno i cantieri aperti, stanno rispettando i tempi?

Direi proprio di si. Abbiamo sempre seguito il programma d’azione. Ricordo l’asfaltatura di piazzetta Erba e di viale Monza. E tengo a ribadire come questi interventi sono stati fatti anche per tener conto degli alberi che insistono in quelle aree: abbiamo allargato la sede delle radici per consentirne una crescita più sana e rigogliosa. Il verde, la sua qualità e manutenzione, è una delle priorità di questa giunta.

Prosegue il cantiere di Piazza Europa. Rivendico come scelta politica quella di rifare la piazza. Se ne è parlato per anni e finalmente si fa, peraltro con alcune positive novità. In fatti la riqualificazione non coinvolgerà solo il piazzale del mercato ma anche la porzione pedonale circondata dagli edifici con la pavimentazione in pietra. In fase di gara d’appalto il ribasso d’asta ha consentito di recuperare risorse economiche da investire su ulteriori interventi ad arricchimento del progetto originario, sottoposto a variante.

Uno di questi interventi è proprio la sistemazione dell’area verde collocata nella porzione pedonale. I lavori in corso la amplieranno fino a raggiungere una superficie di 23 metri per 20. Oltre all’abete già presente, l’area verrà arricchita con ulteriori piantumazioni in primavera, in modo che possa diventare un’aiuola di pregio ed essere fruibile. Sarà inoltre eseguito un intervento di manutenzione sulla pavimentazione in pietra che da tempo presenta un problema di dislivello sul lato degli esercizi commerciali.
Sotto la piazza del mercato verrà rifatta la rete fognaria. L’ intervento non era stato previsto da Brianzacque in sede di progettazione poiché le videoispezioni non avevano rilevato le condizioni precarie delle tubazioni. Condizioni emerse in fase di rimozione della vecchia pavimentazione. L’intervento sarà rimborsato da Brianzacque al Comune.
Per i prossimi giorni è attesa la consegna delle prime colonne per il porticato su via Manzoni, mentre per la metà di dicembre è previsto l’inizio della fase di posa della nuova pavimentazione. Condizioni meteo permettendo.
Le competenze del compianto assessore all’Urbanistica e all’Assetto del territorio Claudio Colombo sono ora in capo al sindaco ma un comune come quello di Villasanta avrà assolutamente bisogno di completare la squadra degli assessori al più presto.

Ci sono altri lavori previsti?
Il completamento del rifacimento dell’area della Stazione e quelli che coinvolgeranno via Leonardo da Vinci.
Vorrei ricordare come, accanto ai lavori programmati vi sono eventi che io chiamerei di ordinaria eccezionalità che coinvolgono in modo decisamente impegnativo la giunta e la macchina amministrativa. Come, per esempio, il sequestro da parte della Procura, lo scorso 17 novembre, dell’impianto abusivo di scarico di rifiuti speciali (speciali, non pericolosi) da parte di una società che avrebbe già dovuto interrompere l’attività anni fa e procedere a bonifica. Tale area è ora in nostra custodia. Sulla base di quanto previsto dalla Procura vi è un mia ordinanza che definisce modalità e tempi per la rimozione e lo smaltimento. La Polizia Comunale svolgerà un’opera di vigilanza dinamica per evitare altre manipolazioni e inosservanze.
Le bonifiche sono un tema importante che vorrei sottolineare: i Comuni infatti sono obbligati a surrogare le attività spettanti ai privati quando questi ultimi falliscono con spese ingenti e non rinviabili (v. la bonifica del capannone di stoccaggio di prodotti alimentari e surgelati a S. Fiorano che stava marcendo per inadempienza nei confronti del gestore elettrico ).

Parliamo però anche di futuro, imminente e prossimo. Che Natale ci aspetta, potremo avere un “assaggio” dell’atmosfera natalizia che normalmente coinvolge Villasanta?
Faremo tutto ciò che ci è consentito dall’attuale situazione pandemica e dalle norme volte a combatterla. Abbiamo allestito le luminarie interamente a spese del Comune – primo fra quelli della provincia – invece che gravare sui commercianti; tre alberi di Natale sono e saranno collocati in piazza Gervasoni, S. Alessandro e S. Fiorano. Manterremo l’iniziativa che prevede il coinvolgimento dei bambini delle scuole primarie: anche per il Natale 2020 sono stati sollecitati a inviare i loro disegni che il sindaco e la giunta veicoleranno come auguri di Natale ufficiali. Sarà naturalmente un evento a distanza e ci stiamo anche interrogando su come consegnare i premi ai più bravi, come contattarli.

E guardando oltre?
Questa giunta intende fermamente rispettare il piano di opere triennali che coinvolge i nuovi impianti sportivi, il rifacimento dell’area feste dove bisogna passare dal progetto all’azione e la ristrutturazione di Villa Camperio, centro propulsivo dell’attività culturale della nostra città.
Se guardo oltre credo che con il gruppo consiliare, negli ultimi tre anni di attività di questa amministrazione, dovremo fermamente condividere la necessità di sciogliere alcuni nodi urbanisti del territorio in primis quello dell’area Nord.

Vi è infine una novità per il 2021: avremo un nuovo o nuova segretario comunale visto che l’attuale, Raffaella Volpez, andrà in pensione.

Che dire? Davvero buon lavoro sindaco!








Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.