politica

Dai nostri cantieri un aiuto all’economia reale

Bilancio comunale 2020: una manovra Covid 19 fra solidarietà e investimenti.

Il Punto intervista l’assessore Stefano Lindner:

“In tempo di crisi, il Comune deve restare fra gli attori dell’economia reale per mantenere aperta la strada della ripresa: lo abbiamo fatto confermando gli impegni di spesa assunti, dando attuazione agli interventi di manutenzione e aprendo i nuovi cantieri. Tutto ciò per nei limiti e vincoli propri dell’ente pubblico.”

Usa queste parole l’assessore al Bilancio, Stefano Lindner, per sintetizzare le decisioni in tema di finanza prese dalla Giunta Ornago, che hanno dovuto necessariamente tener conto degli effetti del Covid 19 anche sulle casse comunali.

“Gli effetti della pandemia – commenta l’assessore – sono stati duplici: se da un lato abbiamo avuto dei risparmi, anche significativi, sulle spese di gestione degli edifici comunali e sui servizi alla persona, dall’altro, registriamo minori entrate dalle tasse locali, anche in relazione agli spostamenti di alcune scadenze, dagli oneri di urbanizzazione per il blocco dei cantieri privati e dai servizi a domanda individuale, come i servizi pre/post scuola e l’asilo nido. Anche sul versante del gettito IRPEF hanno cominciato ad evidenziarsi sintomi di flessione come specchio di una crescente e più generale difficoltà dell’attività economica, per altro testimoniato anche dalle numerose richieste di appuntamenti che tuttora pervengono agli uffici di servizi sociali.”

L’ultima variazione del bilancio 2020, approvata nel Consiglio Comunale del 30 novembre, ha dunque recepito l’eccezionalità della situazione e rimodellato una manovra Covid19 – così la definisce l’assessore – che si sviluppa seguendo sostanzialmente tre grandi filoni: gli interventi di solidarietà sociale e il sostegno alle associazioni che animano il paese, le manutenzioni su strade e edifici pubblici, i nuovi cantieri.

“Ci siamo trovati – commenta Lindner – a dover riscrivere un equilibrio. I contributi dello Stato hanno comunque coperto le minori entrate, dandoci la possibilità di stanziare ulteriori aiuti con risorse nostre.”

Sul primo versante, quello del sostegno e della solidarietà, il Comune è intervenuto con i bandi per il commercio locale – l’ultimo da 30.000 sarà erogato a partire dal 2021 per le spese delle misure anti-Covid e la riduzione degli incassi, e si affiancherà a quello già stabilito per il distretto Corona del Parco; è inoltre in arrivo dallo Stato la nuova tranche di fondi per i buoni alimentari a cui il Comune aggiungerà i 20.000 euro raccolti con la sottoscrizione di cittadini e imprese. Saranno infine distribuiti i fondi regionali per i contributi al pagamento degli affitti.

Un dato significativo è anche la conferma degli stessi contributi erogati nel 2019 alle associazioni culturali e del volontariato, indipendentemente dalle attività effettivamente svolte come aiuto concreto per restare in vita e altri contributi straordinari versati alle associazioni che hanno svolto servizi essenziali per il COC, il Centro Operativo Comunale che coordina tutti gli interventi legati alla pandemia.

Le manutenzioni sono state un capitolo di spesa significativo, nel corso dell’anno sono stati chiusi 5 grandi cantieri, fra i quali il rifacimento della viabilità intorno alla stazione e l’adeguamento della scuola Fermi alle norme di sicurezza, per oltre 1 milione di spesa.

A questi se aggiungono i cantieri in corso – primo fra tutti il rifacimento di piazza Europa – per un impegno che supera complessivamente i 2 milioni.

Sempre nel 2021 partirà la costruzione del campo di allenamento al centro sportivo di San Fiorano (preventivo di spesa circa 400.000 euro di cui 150.000 da contributi regionali), primo elemento di un maxi-intervento a favore dello sport su cui la Giunta Ornago sta ragionando per rispondere alla crescente domanda di spazi per la pratica delle varie discipline che vedono impegnate le società sportive del paese.

“Per quello -conclude Lindner – attendiamo l’arrivo del nuovo segretario comunale (la dottoressa Volpez sta per lasciare l’attività lavorativa, ndr) e con lui verificheremo le possibilità per finanziare un intervento significativo.”

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.