città

Il semaforo intelligente

Si tratta di quello all’incrocio tra via Risorgimento e via Dei Mille: l’impianto sarà dotato di nuove lanterne a tecnologia led e di dispositivi per la sicurezza dei pedoni e la moderazione della velocità.

In questi giorni, la ditta incaricata dal settore Polizia Locale sta intervenendo per migliorare il funzionamento dell’impianto, aumentarne la resistenza nel tempo, renderlo più virtuoso in termini di consumo di energia. Una nuova centralina faciliterà la gestione degli attraversamenti pedonali, consentendo la chiamata e garantendo un ciclo autonomo per l’attraversamento degli utenti più fragili. L’impianto inoltre sarà dotato di appositi dispositivi per l’attraversamento di persone non vedenti.

Il nuovo semaforo avrà anche la funzione di regolare la velocità intervenendo sul rosso in presenza di veicoli che marcino a velocità eccessiva. Sulla direttrice principale saranno installati due dispositivi per il controllo e l’accertamento di passaggi con semaforo rosso. Tale provvedimento rientra nel progetto di riduzione dell’incidentalità sul territorio comunale. I rilevatori saranno installati nelle apposite colonnine a rotazione tra gli altri impianti presenti sul territorio.

Preannuncia Maurizio Carpanelli, comandante della polizia locale: “Ulteriore intervento sarà l’installazione di un
punto di videosorveglianza stradale e di controllo dell’intersezione via Risorgimento-via dei Mille tramite telecamere intelligenti che hanno la possibilità di sanzionare e di verificare transiti di veicoli non assicurati, non revisionati e inseriti in apposite liste di ricerca in uso alle forze di polizia. Un altro importante intervento che permetterà di aumentare la sicurezza stradale e la sicurezza urbana, anche in una zona periferica di Villasanta”.

Il sindaco Luca Ornago si dichiara soddisfatto: “Siamo contenti di aver garantito questo intervento che è stato chiesto
proprio dai residenti e che mette in sicurezza anche il passaggio pedonale: ulteriore garanzia per il quartiere di San Fiorano”.

2 Comments

  1. Augusto Naj

    Azione certamente ottima, anche a Villasanta qualcuno schiaccia un po’ troppo il pedale. Nell’ambito del controllo stradale, sarebbe benvenuta l’installazione di almeno una centralina (intelligente) per il controllo dell’inquinamento atmosferico, con display pubblico, e relativa gestione della velocità consentita, dei livelli di CO2, ma anche di PM10 e 2,5. Infatti, data la situazione pessima di Monza, non possiamo aspettarci che i margini del Parco ci proteggano più che tanto.

  2. Valerio Peri

    Concordo con le osservazioni di Augusto Naj, in particolare per l’aspetto della velocità delle auto e moto sia nelle vie deputate come la Via Risorgimento – per adeguatezza strutturale e/o normativa – anche al traffico di attraversamento (Via Leonardo da Vinci, Via Alessandro Volta, Via Edison) sia in altre vie – purtroppo non adeguate al traffico di attraversamento (per inadeguatezza strutturale e/o normativa) – e quindi certamente più pericolose per residenti e transitanti.
    Accolgo quindi con favore l’impegno dell’Amministrazione (così come esposto dal Comandante Carpanelli) ed auspico che – purtroppo qui con le tempistiche non certo da “pedale schiacciato” – possa continuare a dimostrare in pratica una costante sensibilità alla risoluzione dei problemi di viabilità, sicurezza e vivibilità cittadina, usufruendo – in modalità costruttiva – delle stimolazioni e delle proposte dei comitati di cittadini.
    In tal senso, l’installazione di almeno una centralina (intelligente) per il controllo dell’inquinamento atmosferico, come sopra richiamata (Naj), non risulterebbe inadeguata (ma necessaria).

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.