città, politica

Confronto tra i candidati

È tempo di elezioni. Domenica 26 maggio i cittadini villasantesi voteranno per scegliere il nuovo sindaco. I candidati sono il sindaco uscente Luca Ornago (con la lista “Cittadini per Villasanta”), Nicola Ganino (con il Movimento 5 stelle) Massimo Casiraghi (con una lista che unisce Forza Italia, Lega, “Nuova Villasanta”e Movimento Civico per le Famiglie) e Roberto Manzato (con “Grande Nord”). Mercoledì scorso “Il Cittadino” ha organizzato una serata con i quattro candidati presso l’Astrolabio di via Mameli.

Tra i temi affrontati il futuro di Villa Camperio, dell’Area Nord e della Lombarda Petroli. Ai candidati è stato anche chiesto un parere sulla scelta dell’attuale amministrazione di non concedere l’ampliamento de “Il Gigante” nell’area tra Villasanta e Arcore. Su quest’ultimo tema hanno dibattuto i candidati Ornago e Casiraghi. “Il Pgt (Piano di Governo del Territorio) approvato ha vincolato l’area a verde strategico. Avremmo potuto andare avanti con le carte bollate, ma abbiamo scelto di chiudere in questo modo la questione restituendo a Rialto (società proprietaria de “Il Gigante”, ndr) i 590 mila euro dell’anticipo degli oneri di urbanizzazione incassati nel 2007 (e già spesi dal Comune). Questo eviterà ulteriori spese alle amministrazioni future”, ha dichiarato l’attuale sindaco Ornago. “Sono contento che quell’area agricola sia rimasta tale. Penso che quest’amministrazione non abbia risolto niente in tal senso, anche perchè quest’area era già agricola e quindi non è stata necessaria nessuna modifica”, ha risposto il candidato del centrodestra Casiraghi. “Il Gigante ora non potrà richiedere più soldi a qualsiasi amministrazione futura”, ha ribadito Ornago.

Ai candidati è stato anche chiesto quali servizi nel sociale migliorerebbero se dovessero essere eletti sindaco. “La nostra maggior uscita a livello di spessa corrente è quella dedicata al sociale. Se c’è un rammarico in questi 5 anni in cui sono stato sindaco è stato quello del senso di impotenza nel non poter fare tanto o tanto di più sul tema del lavoro. Ci sono tantissime richieste ma, come detto, il potere del sindaco è limitato in tal senso”, ha dichiarato Ornago. “Noi abbiamo previsto nel programma il cosiddetto “scambio con il cittadino”, ovvero se una persona ha una condizione economica disagiata essa potrà fare uno scambio, cioè potrà pagare eventuali spese comunali in bilancio semplicemente facendo attività di volontariato”, ha detto Ganino. “Dobbiamo pensare prima ai nostri cittadini villasantesi, concordo con Ornago che il problema del lavoro lo si debba gestire a livello nazionale”, ha sentenziato Manzato. “Il settore dei servizi sociali è un settore molto ampia e occupa la spesa maggiore per l’ente comunale. La tendenza che si è avuta negli ultimi anni rispetto a questo settore è quella di operare attraverso il “tavolo da ambito”. Noi operiamo in quello di Monza, Brugherio e Villasanta. Si è creata questa tendenza perchè le difficoltà economiche che hanno dovuto affrontare gli enti comunali sono state massacranti, quindi mettere insieme competenze ed energie economiche ha consentito di affrontare varie situazioni in maniera migliore. La nostra lista vuole che ci sia un’attenzione migliore nei confronti delle famiglie. Intendo tutte le famiglie, senza categoriche specifiche”, il pensiero di Casiraghi.

 

 

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*