politica

La San Clemente finisce nel dibattito del Consiglio Comunale (2)

Proseguendo con il resoconto del Consiglio Comunale del 9 giugno ci soffermiamo sull’ordine del giorno presentato dai consiglieri di minoranza Casiraghi (di Forza Italia), Cilfone e Cambiaghi (della Lega) e Ubiali (di Nuova Villasanta), avente ad oggetto “la Rsa San Clemente e la creazione di una sua Commissione di Riferimento.”

L’opposizione afferma che “esistono voci su decessi avvenuti alla RSA San Clemente e imputati a una condizione di inedia dei degenti, giustificata dalla mancanza di visite da parte dei parenti”. E inoltre che “c’è una percezione poco chiara di quanto accaduto nella struttura, forse dovuta ad una scarsa comunicazione e trasparenza nei confronti della cittadinanza”.

Nell’OdG viene sottintesa una mancata cura o assistenza degli ospiti da parte del personale socio-sanitario operante nella struttura. “…Fatto che, per quanto ci riguarda e da quanto risulta dal costante contatto tenuto con i responsabili gestionali e sanitari della RSA, non sussiste affatto. Riguardo la mancanza di visite da parte dei parenti, questa “mancanza”, va ricordato, si è resa resa necessaria proprio per tutelare la salute degli ospiti e dei loro familiari alla luce di una mancanza ancora più grave, cioè quella di possibilità di diagnosi per ospiti e operatori”, ha risposto l’assessore alle Politiche sociali Laura Varisco. “

Prosegue Varisco: “Riguardo al pensiero di presunta scarsa comunicazione e trasparenza, tenendo conto che non si capisce se si parla dell’Amministrazione Comunale oppure del soggetto gestore della RSA, chiariamo che le competenze e il diritto di privacy e di riservatezza per quel che concerne l’attività gestionale all’interno della struttura spettano al gestore. A tal proposito ci risulta che Korian, gestore della RSA San Clemente, ha regolarmente comunicato i dati del contagio ad ATS Brianza informando anche i servizi sociali comunali con report settimanali integrati da un quadro generale della situazione all’interno della struttura”.
“Per quanto riguarda la Commissione dell’Rsa, rinnovata dalla Giunta …è naturalmente decaduta a seguito della nomina del nuovo Consiglio Comunale. È intenzione di questa Amministrazione attivare le procedure per la nomina di una Commissione riformulando, in accordo con l’ente gestore e nel rispetto della Convenzione, nuove modalità di gestione della Commissione stessa”, ha aggiunto l’Assessore. 

“Questa è una mozione strumentale, il centro-destra a livello regionale è in difficoltà per le polemiche legate alla gestione della pandemia e allora si è voluto creare una polemica politica con questa mozione,” ha dichiarato il consigliere del Movimento 5 stelle Ganino. “Le Rsa non dovrebbero essere private ma pubbliche”, ha aggiunto.

L’Odg è stato respinto. Tutta la maggioranza ha votato contro mentre Ganino, Movimento 5 stelle, si è astenuto.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.